Portale Trasparenza Comune di Cittą di Castello - Servizio Tributi

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Articolazione degli uffici

Servizio Tributi
Responsabile: Gustinucci Lorenzo
Struttura organizzativa di appartenenza: Settore Bilancio - Entrate - Tributi

Il Servizio Tributi del comune di Città di Castello gestisce i tributi e le tasse locali.

Il Servizio Tributi assume un’importanza strategica nell’economia del bilancio del Comune dovendo garantire il necessario flusso di entrate al fine di consentire l’erogazione dei servizi ai propri cittadini. Il Servizio Tributi provvede all’espletamento delle pratiche relative alla gestione delle entrate di natura tributaria ­ed alla riscossione di alcune entrate di natura patrimoniale, oltre ad altre attività comunque riferibili ad entrate del Comune. La gestione delle principali imposte e tasse è svolta direttamente dagli uffici comunali, mentre la TARI (tassa sui rifiuti) l’Imposta Comunale sulla Pubblicità e il Diritto sulle Pubbliche Affissioni sono gestite in concessione da “So.Ge.Pu. s.p.a.”. La riscossione coattiva delle entrate comunali è affidata agli agenti della riscossione del gruppo ”Equitalia s.p.a.”.  Sia con il concessionario TARI che con Equitalia il Servizio Tributi svolge un’attività di comunicazione e di controllo.

Il Servizio Tributi dispone di un collegamento informatico indispensabile per la propria attività con le seguenti banche dati:

  • Agenzia del Territorio (SISTER - Catasto Terreni e Fabbricati)
  • Ministero delle Finanze (SIATEL - Anagrafe tributaria)
  • Agente della Riscossione Tributi (SERVIZIWEB – Equitalia)
  • Concessionario TARI (So.Ge.Pu. s.p.a.)
  • Altri uffici comunali (Anagrafe, Commercio, Edilizia, SIT, ecc.)

Le informazioni riguardanti le nuove imposte comunali di competenza sono inserite in questa pagina in base alla vigente normativa. I regolamenti comunali sono consultabili in fondo alla pagina, sotto l’elenco completo dei tributi gestiti dal servizio (o dati in gestione a altri enti tramite apposite convenzioni); all’interno dei link sono reperibili tutte le informazioni e la modulistica per il pagamento delle stesse.

IUC - IMPOSTA COMUNALE UNICA (IMU-TASI-TARI)

Dal 1 gennaio 2014 è in vigore l’Imposta unica comunale (IUC) basata sui presupposti impositivi costituiti dall’Imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, e da una componente riferita ai servizi, a sua volta articolata nel Tributo per i servizi indivisibili (TASI) e nella Tassa sui rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

L’IMU è dovuta dal possessore di immobili, esclusa l’abitazione principale ad eccezione degli immobili di lusso, mentre la TASI è posta a carico sia del possessore, sia dell’utilizzatore dell’immobile.

La TARI, che insieme con la TASI sostituisce dal 1 gennaio 2014 il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali e aree scoperte.

La disciplina della IUC, contenuta nella legge 27 dicembre 2013, n. 147 “Legge di Stabilità per l’anno 2014”, è integrata per ognuna delle sue componenti IMU, TARI e TASI dalle norme del “Regolamento per la disciplina dell’imposta unica comunale” che il Consiglio Comunale di Città di Castello ha approvato con deliberazione n. 18 del 28/04/2014.

Si forniscono di seguito in forma sintetica le informazioni di particolare interesse per il contribuente, insieme con le principali disposizioni normative disciplinanti le singole componenti del tributo.

 

Informativa IUC 2016 (IMU-TASI-TARI) con informazioni per il calcolo della stessa e per l’individuazione dei valori delle aree fabbricabili del comune di Città di Castello ai fini della formulazione dell’impostaNEL SITO http://www.amministrazionicomunali.it sono disponibili le procedure per il calcolo IMU-TASI.

IMU - IMPOSTA MUNICIPALE UNICA 

Il presupposto dell’IMU è il possesso di immobili, siti nel territorio dello Stato italiano, a qualsiasi uso destinati, escluse le abitazioni principali e relative pertinenze, ad eccezione delle abitazioni principali rientranti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (case di lusso).

La base imponibile è il valore di fabbricati ed aree fabbricabili determinata come segue:

  • Fabbricati iscritti in catasto: rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata a seconda della categoria catastale del fabbricato:

Cat. catastale

Moltiplicatore

Cat. catastale

Moltiplicatore

A (eccetto A/10)

160

A/10

80

C/2-C/6-C/7

160

D/5

80

C/3-C/4-C/5

140

D (eccetto D/5)

65

B

140

C/1

55

Valore imponibile = rendita catastale x 1,05 x moltiplicatore

  • Fabbricati di categoria D non iscritti in catasto, interamente appartenenti ad imprese, distintamente contabilizzati: valore contabile, calcolato secondo le modalità dettate dall’art. 5, comma 3, del D.Lgs 504/92;
  • Aree fabbricabili: valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione (art. 5, c. 5, D.Lgs 504/92).

Successivamente, sul valore imponibile, si applica l’aliquota prevista per la particolare fattispecie tenendo conto delle eventuali detrazioni.

Il tributo è gestito direttamente dal Servizio Tributi.

(Deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 28/04/2014)

TASI - TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI

Si tratta del nuovo tributo, istituito con la legge di stabilità 2014 a decorrere dal 1° gennaio 2014, volto a finanziare i cosiddetti servizi indivisibili (servizi di vigilanza e pubblica sicurezza, manutenzione verde pubblico, viabilità ed illuminazione pubblica, ecc.).

Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree fabbricabili ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e delle abitazioni principali – salvo quelle classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9 – come definiti ai fini dell’imposta municipale propria.

Deve essere pagata da chiunque possieda (titolare di diritto reale di godimento) o detenga a qualsiasi titolo le unità immobiliari imponibili di cui sopra.

E’ pertanto soggetto alla TASI sia il proprietario (o titolare di altro diritto reale di godimento: es. usufrutto, uso, abitazione) sia l’eventuale affittuario o comodatario (in qualità di detentore dell’immobile).

In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.

In caso di locazione finanziaria (leasing), la TASI è dovuta per intero dall’affittuario.

Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sulla stessa, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria.

Per calcolare la TASI si determina prima la base imponibile che è costituita dal valore dell’immobile determinato con gli stessi criteri adottati per l’IMU e, poi, su tale valore si applica l’aliquota prevista per la particolare fattispecie tenendo conto delle eventuali detrazioni.

 

N.B.: Nel comune di Città di Castello, dato il sistema di aliquote approvate per l’anno 2016, la TASI è dovuta solo sui fabbricati costruiti o destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (aliquota applicata: 0,25%).

Il tributo è gestito direttamente dal Servizio Tributi.

(Deliberazione di Consiglio Comunale n. 27 del 18/04/2016)

TARI - TASSA SUI RIFIUTI

La tassa smaltimento rifiuti è dovuta da tutti i soggetti (persone fisiche e giuridiche) che possiedono/occupano/detengono locali o aree scoperte operative, suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati ed è volta a coprire integralmente i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti avviati allo smaltimento.

La base imponibile del tributo, cui applicare la tariffa, è costituita dalla superficie calpestabile dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati.

Il tributo è calcolato in base a tariffe commisurate alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi ed alla eventuale tipologia di attività svolta sulla base dei criteri previsti dal D.P.R. 158/1999.

Le Tariffe TARI sono articolate in fasce di utenza domestica e non domestica così composte:

  • per le utenze domestiche: una parte fissa riferita ai metri quadrati dell'immobile ed al numero dei componenti del nucleo familiare e da una parte variabile, riferita al numero dei componenti del nucleo familiare come risultanti dagli archivi tributari ed anagrafici del Comune.

Modalità di calcolo utenza domestica = (quota fissa unitaria x Mq) + quota variabile. Le quote sono individuate secondo il n° dei componenti.

  • per le utenze non domestiche : una parte fissa ed una parte variabile, che tiene conto della superficie dell'immobile e della potenziale produzione di rifiuti connessa alla tipologia di attività esercitata.

Modalità di calcolo utenza non domestica = [(quota fissa unitaria + quota variabile unitaria) x Mq].

La quota fissa è finalizzata alla copertura integrale delle componenti essenziali del costo del servizio rifiuti; la quota variabile è rapportata alla quantità dei rifiuti prodotti e conferiti al servizio fornito e all’entità dei costi di gestione.

La gestione del tributo è affidata in concessione a So.Ge.Pu. s.p.a..

(Deliberazione del Consiglio comunale n. 21 del 28/04/2014)

 

Tutti i procedimenti e le richieste di informazioni inerenti la gestione della TA.RI. (TASSA RIFIUTI – Tributo diretto alla copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti), dovranno essere rivolte agli sportelli di So.Ge.Pu. s.p.a. che ha assunto la gestione del Servizio per conto del Comune di Città di Castello.

I contribuenti, per quanto sopra esposto, potranno rivolgersi presso gli uffici di So.Ge.Pu. agli indirizzi ed agli orari sotto indicati.

  • Uffici presso Centro Servizi in via Vittorini n. 23, fraz. Cerbara di Città di Castello nei seguenti orari:
  • Lunedì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00;
  • Martedì, dalle ore 11:00 alle ore 13:30;
  • Mercoledì, chiuso;
  • Giovedì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00;
  • Venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 11:30;
  • Uffici presso p.zza  Italia n. 1, fraz. Trestina di Città di Castello nei seguenti orari:
  • Martedì, dalle ore 8:30 alle ore 12:30;

Contatti e riferimenti telefonici sono i seguenti: tel. 075/8510846 – Fax. 075/8519280 – Mail: tributi@sogepu.com

Carta della qualità dei servizi - Servizi di igiene urbana

So.Ge.Pu. S.p.a. - Concessionario TARI

Gli uffici comunali del Servizio Tributi di p.zza Fanti, oltre che per ICI/IMU e COSAP, rimangono a disposizione per la gestione delle istanze inerenti la TARSU correlata alle annualità 2012 e precedenti.

COSAP - CANONE PER L’OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE Il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, istituito con l’art. 63 del D. Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, è il canone che si paga per qualsiasi occupazione sia temporanea che permanente, anche senza titolo, di strade, aree e relativi spazi sovrastanti e sottostanti, appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, comprese le aree destinate a mercati anche attrezzati, incluse le occupazioni di aree private gravate da servitù di pubblico passaggio.

Il canone è dovuto dal titolare dell’atto di concessione o, in mancanza del rilascio dell’atto stesso, dall’occupante di fatto, in proporzione alla superficie effettivamente sottratta all’uso pubblico.

E’ gestito direttamente dal Servizio Tributi il canone relativo alle occupazioni permanenti (occupazioni di durata non inferiore all’anno e che determinano l’uso esclusivo dello spazio concesso). La gestione del canone per le occupazioni temporanee fa capo, invece, al Servizio di Polizia Municipale o al Servizio Commercio in funzione della destinazione dell’occupazione stessa.

ADDIZIONALE IRPEF

L'addizionale comunale all'IRPEF è stata istituita dal Decreto Legislativo 28/09/1998, n. 360 (art. 1) e succ. modificazioni.

L'addizionale è determinata applicando al reddito complessivo determinato ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto degli oneri deducibili riconosciuti ai fini di tale imposta, le aliquote approvate dal Comune (con esenzione per redditi imponibili IRPEF fino a 13.000,00 euro) ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta l'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto delle detrazioni per essa riconosciute e del credito di cui all'art. 165 del T.U.I.R., approvato con D.P.R. n. 917/1986.

Aliquote in vigore per l’anno 2016:

  • fino a 15.000,00 euro, 0,45%;
  • oltre 15.000,00 e fino a 28.000,00 euro, 0,75%;
  • oltre 28.000,00 e fino a 55.000,00 euro, 0,78%;
  • oltre 55.000,00 e fino a 75.000,00 euro, 0,79%;
  • oltre 75.000,00 euro, 0,80%;

TARES - TRIBUTO COMUNALE SUI SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI 

TARES - Tutte le informazioni  (la gestione del tributo  è stata affidata dal Comune a So.Ge.Pu. S.p.A.. Il link sopraindicato con "tutte le informazioni" riporta alla sezione del loro sito dedicato a TARES)

ICI - IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

ICI - Imposta Comunale sugli Immobili

TARSU - TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

TARSU - Tassa Rifiuti Solidi Urbani

Contatti
Telefono: 075/8529303
Fax: 075/852 9375
Indirizzo: Piazza Fanti, 1, Città di Castello, Provincia di Perugia, 06012, Umbria, Italia
Orari al pubblico
dal lunedì al venerdì 8:30/13:00 il lunedì e giovedì anche 15:30/18:00
chiuso al pubblico il mercoledi e venerdi
Regolamenti di questa struttura
Procedimenti gestiti da questa struttura
Come raggiungerci
Caricamento Google Maps.......attendere
Contenuto inserito il 24-09-2013 aggiornato al 22-12-2016
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza V. Gabriotti, 1 - 06012 Cittą di Castello (PG)
PEC comune.cittadicastello@postacert.umbria.it
Centralino +39 075 85291
P. IVA 00372420547
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it